28.04.2018

Il dolore del cambiamento e come uscirne

Il cambiamento può essere difficile perché ci spinge ad abbandonare la nostra zona di comfort, ma i benefici che potremo ottenere ci faranno accedere a una vita senza catene

I nostri comportamenti sono maggiormente determinati dall’impulso ad allontanarci dal dolore piuttosto che dal desiderio di raggiungere un maggiore piacere.
In altre parole, rispetto al cambiamento siamo spinti più dall’evitamento di qualcosa che ci fa stare male.
Iniziamo una dieta perché abbiamo superato una certa soglia del dolore, rispetto alla quale >>

20.04.2018

Abbandonare il corpo per paura della vita

Abbandonare il proprio corpo, il quale accoglie in sé emozioni, sentimenti e sensazioni, significa abbandonare la vita in generale. Stare nel corpo vuol dire accogliere la vita e tutto ciò che può offrirci, nel bene e nel male.

Dopo aver subito qualche tipo di tradimento o delusione, gli individui mettono in atto due tipi di strategie corporee per non sentire il dolore della ferita che si è aperta in loro.

La prima è la rigidità corporea. Il corpo si indurisce al punto da sviluppare contrazioni su >>

14.04.2018

Fallimento e attaccamento

La ripetizione di un comportamento può nascondere il desiderio di allontanare un sentimento di insuccesso e frustrazione.

A volte la nostra ostinazione rispetto a un bisogno che tentiamo ripetutamente di soddisfare, può nascondere una situazione esistenziale di fondo: e cioè che vogliamo eliminare la nostra frustrazione derivante da un fallimento evidente, che tuttavia noi non vogliamo vedere.
In altre parole, attraverso una specie di attaccamento ideale a qualcosa >>

07.04.2018

Prendere le distanze per vivere meglio (seconda parte)

Mettere una distanza fra noi e gli altri e all'interno di noi stessi può favorire risposte emotive più funzionali al nostro benessere e armonia interiori.

Nell’articolo precedente sul distacco, cioè sul prendere le distanze da persone o situazioni per noi negative, tossiche, ho approfondito un discorso secondo me fondamentale.
E cioè il fatto che questa locuzione, “prendere le distanze”, rappresenta un’affermazione la quale per metà rimanda a una metafora psichica, secondo la quale è necessario >>

Menu