Una mente calma

4 agosto, 2018

A volte fare chiarezza rispetto a una difficoltà, a un problema, a un obiettivo, significa prima di tutto entrare in uno stato mentale di calma e di serenità.

Senza una mente calma e serena, qualsiasi tecnica o schema per trovare una soluzione a un nostro impedimento non funzionerà mai.

Perché lo strumento attraverso il quale applicheremo una tecnica o uno schema sarà preda del caos e dell’agitazione.

Una metafora per esprimere questo concetto potrebbe essere questa: la mente rappresenta il paio di occhiali che il nostro cervello indossa per guardare il mondo. Quindi senza una mente calma, tutto il mondo, ogni situazione o persona, ci appariranno minacciosi, incerti, confusi.

Quando ad esempio cerchiamo di pensare alla migliore scelta da fare tra due o più opzioni in conflitto tra loro, in una situazione che mette a dura prova il nostro stato d’animo, osserviamo e sentiamo che senza uno stato di calma che possa aiutarci a fare chiarezza è impossibile prendere una decisione.

Entrare nello stato d’animo giusto è essenziale per  svolgere qualunque compito, sia di ordine cognitivo che di ordine pratico.

Ma soprattutto è essenziale per fare chiarezza dentro noi stessi.

Per comprendere l’ordine gerarchico dei nostri valori in un determinato momento; per ascoltarci e sentire di quali cose abbiamo bisogno; per capire quali idee e convinzioni ci sono utili o meno.

Per acquietare la mente ci sono diversi metodi. Qui di seguito te ne propongo tre.

  1. Il primo è quello di tornare con i ricordi a una situazione per te piacevole, calma e tranquilla, che hai già vissuto in passato.

Immagina la scena fin nei minimi particolari: colori, forme, persone, scenari. Riassapora ogni frammento del tuo ricordo, e restaci finché non senti in te qualche cambiamento.

  1. Il secondo è quello di parlarti dolcemente e in modo tranquillo. Di solito quando si è agitati il nostro dialogo interno è concitato e caotico. Quindi parlati con toni pacati, piacevoli, e armoniosi. E ovviamente dicendoti quello che ti fa piacere sentirti dire.
  2. Il terzo è quello di percepire il tuo respiro naturale. Ascoltane il ritmo e la profondità, restando ancorato/a al presente. Solitamente i nostri stati di agitazione avvengono perché pensiamo a ciò che non possiamo più fare per qualcosa di passato, oppure per ciò che non sappiamo possa avvenire in futuro. Restare nel momento presente attraverso l’ascolto del nostro respiro è un modo molto efficace per calmare la mente.

Se questo articolo ti è stato utile lascia un tuo commento.

Ti ricordo che per iscriverti ai prossimi eventi, corsi, laboratori e presentazioni che terrò nei prossimi mesi, bisogna innanzitutto prenotarsi e iscriversi per non perdere il proprio posto, essendo i partecipanti limitati.

Se desideri contattarmi per un colloquio informativo rispetto a una situazione che stai vivendo e che vuoi risolvere, o a un momento di difficoltà che non riesci a superare, chiamami al 3477120438.

 

 

© Omar Montecchiani

Commenti

commenti

Strategie per il cambiamento
Menu