Come uscire dalla confusione

30 Luglio, 2019

Probabilmente sarà capitato anche a te, qualche volta, di sentirti fuori fase, confuso, decentrato.

Questo stato d’animo, che spesso si accompagna anche a uno stato fisico, può sopraggiungere per diversi motivi.

Vita frenetica, stress, cattiva alimentazione, agitazione; una situazione che ci sta mettendo a dura prova, e via di seguito.

Tutti questi elementi possono concorrere a uno stato psicofisico debilitante, che ci mette sottosopra, e che ci porta ad avere ancora meno risorse per far fronte ai problemi che ci investono.

Insomma: spesso c’è un circolo vizioso tra le difficoltà che sopraggiungono, e il “come” affrontiamo tali difficoltà.

Di solito, quando ci troviamo in queste condizioni, preferiamo lasciare che passi del tempo, nella speranza che il tempo ci aiuti a sciogliere come per magia i pesi che ci portiamo appresso, e che ci faccia sentire un po’ meglio.

Sfuggiamo in altre parole a noi stessi, e ci affidiamo alla buona sorte.

Invece, quello che ho potuto sperimentare nel mio percorso di sviluppo personale, è che nel caso in cui siamo decentrati, confusi, e in preda a un certo stato di disattenzione, è buona cosa rivolgere lo sguardo dentro di sé.

Ritrovando un centro al nostro interno, capace di permetterci di affrontare la vita in modo sano, equilibrato, e con una certa energia.

Ti propongo allora un semplice esercizio che può aiutarti a ritrovare questo centro interiore.

Eccolo:

  • Siediti in un ambiente silenzioso, con il busto eretto, e con una postura per te comoda.
  • Chiudi gli occhi, e fai qualche respiro profondo per scaricare la tensione.
  • Presta attenzione alla sensazione del tuo respiro sul torace, e poi sulle narici.
  • Ora, lascia che il respiro si faccia più naturale possibile, senza alcuna forzatura.
  • Presta attenzione al processo dell’inspirazione, e, separatamente, a quello dell’espirazione.
  • Se non ci riesci, e questo potrebbe facilmente succedere, conta fino a 10 per ogni respiro che fai, quando sei in fase di espirazione.
  • Dopo aver contato fino a dieci, ricomincia daccapo.
  • Quando senti che per te è sufficiente, apri gli occhi, alzati, e stirati un po’.

 

Come ti senti ora? Di solito, dopo qualche minuto di questo esercizio c’è una maggiore chiarezza mentale, equilibrio, e centratura.

Spero che questo esercizio ti sia stato utile, e ti invito a scrivere qualche commento se vuoi, e a condividere questo articolo.

Ti ricordo inoltre che se desideri lavorare in modo divertente ed efficace sul tuo corpo, sviluppare nuove risorse e raggiungere un rinnovato piacere per la vita, puoi partecipare ai due appuntamenti sulla bioenergetica che terrò il 6 ottobre ad Ascoli Piceno, e il 24 novembre a Riccione. Entrambi molto interessanti.

Compila il modulo di preiscrizione che trovi nei link indicati e prenota subito il tuo posto!

 

 

 

 

© Omar Montecchiani

 

 

Commenti

commenti

Puoi trovarlo in: Strategie per il cambiamento
Menu