Corpo, emozioni, relazioni

9 Maggio, 2018

Le emozioni chiedono di esprimersi e lo fanno attraverso il corpo, e il corpo è il tramite che abbiamo con l’Altro. Ma anche con il mondo circostante in generale: con le situazioni che viviamo, la bellezza che osserviamo intorno a noi e le brutture che ci circondano. Quindi avere un buon rapporto con le emozioni equivale ad avere un buon rapporto con l’Altro e con il mondo, ma anche con noi stessi. Se è vero infatti che le emozioni ci ricollegano al corpo, vero è anche che esse esprimono, attraverso una serie intricata di reazioni emotive, il rapporto che l’Io intrattiene con esse.

La medesima cosa vale per il corpo: essendo l’uomo da sempre in relazione attraverso di esso, l’individuo struttura di continuo per suo tramite il “tipo” di rapporto che la persona intrattiene con le altre persone e con una certa situazione, o con certe situazioni che si ripetono, il quale si esprime mediante il movimento, il respiro, la postura. Ora, occorre considerare il fatto che il cervello, in interazione continua con il corpo, manda dei segnali di movimento che, se non vengono disattivati in caso di disfunzionalità, si protraggono senza che ci rendiamo più conto delle contratture e delle rigidità che abitano i nostri muscoli, magari da anni. 

Se nel corso della mia vita mi sono posto, in diverse situazioni e persone, in modo passivo, sottomesso, pauroso, è molto probabile che il mio respiro avrà un certo ritmo, la mia postura potrà essere ricurva, i miei muscoli contratti e tesi.

Disinnescare queste rigidità attraverso la mediazione corporea, allora, equivale a rendersi consapevoli delle emozioni che le abitano, e che in esse sono contenute e protette. Vuol dire andare alla scoperta dei significati che veicoliamo all’interno delle relazioni nelle quali il nostro corpo è implicato, e verso le quali quelle emozioni sono dirette. 

Significa quindi, in sostanza, apprendere il modo in cui viviamo il rapporto con noi stessi e con gli altri, prendendo coscienza di stili relazionali più funzionali per il nostro benessere e per il benessere di chi ci è accanto. 

 

© Omar Montecchiani

Commenti

commenti

Puoi trovarlo in: Non categorizzato
Menu